giovedì 4 dicembre 2014

IL MITICO CRISTIAN


CRISTIAN SPINELLI : UN CAMPIONE CHE NON TI ASPETTI
 
 
Se indiscutibili sono le doti umane e caratteriali , per molti , ma non per chi crede veramente in lui , inaspettate sono quelle sportive dell’ atleta arlunese Cristian Spinelli . Dopo i successi ai Giochi Regionali Invernali dell’ Aprica con due medaglie d’oro nella corsa con le racchette da neve , Cristian ha dimostrato tutto il proprio potenziale , prima in prestito nelle fila dei Quadrifogli di Vigevano , conquistando l’ ultima e decisiva tappa dei Giochi regionali di calcio Special Olympics Italia che si è tenuta lo scorso Giugno a Lainate e poi negli streetgame di Novara con la propria società di appartenenza , il Vittuone Special , salendo anche in questo caso sul gradino più alto del podio . Infatti nel ruolo di portiere Cristian ha dimostrato ottime doti tecniche e atletiche salvando con parate incredibili (soprattutto nel torneo di Novara) il risultato in più di una occasione e permettendo alla propria compagine di vincere l’ ambito torneo superando squadre blasonate e ben più esperte come l’ Asd Ticino Cuggiono , l’Ashd Novara e la Pegaso Asti .Sempre con il sorriso sul volto , sempre con la voglia di scherzare e donare momenti indimenticabili alle persone che hanno la fortuna di stargli vicino , l’ atleta Cristian Spinelli ha dimostrato a se stesso e a molti come con l’ impegno e la caparbietà si possono superare ostacoli che sembravano all’ apparenza invalicabili e questo non solo in ambito sportivo ma anche e soprattutto sociale dove troppe volte ci si ferma all’ apparenza perdendosi l’ opportunità che può donare la diversità se considerata non un problema ma una possibilità di crescita reciproca. Tanti sono gli impegni che attendono Cristian nella prossima stagione sportiva sia a livello regionale che nazionale , sia negli sport invernali che nel calcio come nell’atletica , con una sola certezza : la consapevolezza della fortuna che avrà chi lo seguirà in questo avvincente percorso sportivo e umano.

Nessun commento:

Posta un commento