lunedì 13 aprile 2015

COPPA ITALIA 2015


LA COPPA ITALIA SI TINGE DI BIANCO VERDE
 
 
Ad un anno esatto dalla sua fondazione , la compagine Special dell’ Accademia Vittuone alza al cielo il suo primo grande trofeo , e che trofeo : la Coppa Italia Fisdir 2015 conquistata in quel di Lazzate in una due giorni di grandi emozioni e non solo sportive . Dopo un girone di qualificazione con 3 vittorie su 3 partite tra cui l’ avvincente match con gli amici dei Mai Soli di Roma , la giovane compagine di Vittuone , in una semifinale tutta lombarda , incrociava la storica realtà milanese dello Sporting 4e. Grazie ad un muro difensivo invalicabile e a veloci ripartenze che hanno evidenziato la precisione dei cecchini d’ attacco , l’ Accademia si aggiudicava l’ incontro con un perentorio 5 a 1 , un risultato forse troppo pesante per i giocatori del capoluogo lombardo autori comunque di una buona partita.
Domenica mattina la tensione e l’emozione sembravano prevalere sulla convinzione dei propri mezzi . La finale nazionale vedeva i caparbi ma ancora inesperti leoni biancoverdi affrontare i padroni di casa della Briantea84 , una corazzata che da anni fa incetta di titoli ad ogni livello . Supportati da un tifo incessante da parte dei supporter locali , la Briantea84 cingeva d’assedio l’ area avversaria andando al tiro pericolosamente in diverse occasioni ma esponendosi però al contropiede avversario . E proprio grazie ad una veloce ripartenza l’ Accademia trovava il gol del vantaggio : filtrante e preciso passaggio del capitano Maurizio per la fuga in fascia del velocissimo Stefano , cross millimetrico per l’inserimento del falco Marco Kakà e palla nell’ angolino . Rabbiosa la reazione dei padroni di casa che però offrivano nuovamente il fianco ad una ennesima ripartenza biancoverde che sull’ asse Maurizio –Stefano (le colonne portanti della squadra) permetteva a quest’ultimo con un preciso rasoterra di siglare il due a zero a pochi minuti dalla sirena . Medesimo copione nella ripresa dove i tenaci campioni della Briantea84 si spingevano all’ attacco con quasi tutti gli uomini di movimento lasciando però spazio ai contropiedi degli ospiti che con un missile all’ incrocio dell’ ottimo Cristian e un preciso diagonale di Riccardo ( con i suoi 10 anni il giocatore più giovane della manifestazione ) si portavano sul 4 a 0 . Dopo il gol della bandiera dei brianzoli e diverse occasioni capitate rispettivamente sui piedi di Gabriele , artefice di ottime prestazioni in tutti gli incontri , di Giacomo , autore di un gran gol in semifinale e di Marita e Andrea che vinti dall’ emozione hanno cercato comunque di dare il loro valido quanto importante contributo, ecco il triplice fischio finale dell’ arbitro che sanciva la fine dell’ incontro e dava inizio al tripudio biancoverde . Ora dopo i meritati festeggiamenti , tutti nuovamente concentrati nelle settimanali sedute di allenamento in vista dei prossimi importanti appuntamenti che scandiscono questo avvincente cammino in cui è veramente difficile distinguere chi dona da chi riceve.
 



















 
 

Nessun commento:

Posta un commento