lunedì 14 dicembre 2015

UN CAMPIONE DI UMILTA'


CRISTIAN SPINELLI : UN CAMPIONE DI UMILTA’

Domenica il nostro Cristian è stato premiato dal Comune di Arluno per meriti sportivi , l’atleta arlunese Cristian Spinelli infatti nel solo 2015 ha conquistato due medaglie d’oro ai Giochi Nazionali che si sono svolti a La Thuile dal 18 al 23 Gennaio e una medaglia d’oro e una di argento nei Giochi Regionali di Lavarone dal 19 al 22 Marzo nella disciplina Ciaspole ( racchette da neve ) . Non appagato, con la sua compagine di calcio dell’Accademia Special Vittuone , ha conquistato la medaglia d’oro nella Coppa Italia Fisdir a Lazzate , il gradino più alto del podio nella Coppa FIFS-FISDIR di Lainate e la medaglia d’oro ai Giochi Regionali di Vigevano , sia nelle vesti di portiere para tutto  che in quelle di cecchino infallibile dell’ area di rigore avversaria. Eppure Cristian quando si organizza un evento con umiltà chiede se può venire anche lui , eppure Cristian quando riceve dei complimenti abbassa lo sguardo e con dolcezza risponde sottovoce con un timido grazie , eppure Cristian nonostante i suoi innumerevoli successi sportivi non è ancora considerato da tutti un vero atleta. Come non sono considerati veri atleti tutti quei ragazzi che chi non li conosce veramente li definisce solo con il termine diversamente abili , atleti che settimanalmente si allenano con impegno e costanza nelle varie discipline e nel fine settimana si mettono i gioco per dimostrare a se stessi e alla persone che credono in loro che la diversità sta solo nell’apparenza e non certo nella sostanza. Un plauso quindi al campione Cristian ma anche a tutti i ragazzi come lui che insieme alle rispettive famiglie devono lottare quotidianamente contro indifferenza e pregiudizio di chi purtroppo considera ancora la diversità un problema e non una opportunità di crescita comune. Si invitano quindi tutte le persone che vogliono riscoprire i valori di uno sport vero e accessibile a tutti di avvicinarsi alle varie realtà del territorio , consapevoli che dopo sarà difficile distinguere chi dona da chi riceve.













Nessun commento:

Posta un commento