lunedì 30 maggio 2016

SE VUOI CHIAMALE ... EMOZIONI


ACCADEMIA SPECIAL IMPEGNATA OLTRALPE E NON SOLO.


Una settimana indimenticabile per l'Accademia Special Vittuone, con una delegazione protagonista con la prestigiosa casacca dell’ Ac Milan del camp internazionale a Brunnen in Svizzera e un gruppo impegnato Giovedì al Castello di Milano presso il villaggio Uefa. Se i partecipanti alla settimana di camp in Svizzera hanno avuto l'occasione di confrontarsi con compagini provenienti da tutti i continenti tra cui l’Azo di Abu Dhabi, il Chelsea e il Manchester City, Giovedì il gruppo rimasto in Italia ha avuto l'occasione di divertirsi con amici di sempre come il Tukiki Milano, i Quadrifogli di Vigevano e i No Limits di Lodi. Se oltralpe hanno ricevuto la gradita visita di alcuni dirigenti dell’ Ac Milan tra cui Mauro Tassotti, a Milano apprezzatissima è stata la disponibilità di campioni come Zambrotta e Trezeguet. Per quanto concerne l'esperienza Svizzera, oltre all'onore di avere indossato la maglia rossonera e il prestigio di aver rappresentato l'Italia in questa manifestazione unica nel suo genere e ben organizzata dalla Fim, i fortunati atleti che hanno avuto l'opportunità di parteciparvi tornano a casa con la consapevolezza di aver vissuto giorni indimenticabili di sport e amicizia con atleti provenienti da paesi distanti milioni di chilometri, che parlano magari lingue quasi incomprensibili, con usi e abitudini apparentemente lontane dalle nostre, ma che sul campo di gara, come nei momenti di relax non sembravano così diversi e lontani, e gli abbracci, i sorrisi e i sinceri saluti ne sono stati la conferma. Bella anche la giornata vissuta al Castello di Milano in piena atmosfera finale di Champions, dove campioni del passato e campioni speciali hanno trascorso altri momenti difficili da dimenticare, tra autografi, buone giocate e soprattutto tanta voglia di stare insieme condividendo la gioia di avere praticato e praticare questo meraviglioso sport. Questa incredibile settimana si è chiusa con la partecipazione dell’Accademia Special alle finali regionali FIGC , dove si è potuto dimostrare la bellezza e l’importanza del calcio unificato , praticato da atleti con e senza disabilità.

Nessun commento:

Posta un commento