lunedì 27 marzo 2017

TERZO MEETING SPECIAL OLYMPICS

LA FELICITA' NEL FARE SPORT



Sabato 25 Marzo presso il Centro Sportivo GS Muggiano di Milano si è svolto il terzo meeting di calcio unificato Special Olympics . Due le compagini schierate in campo dallo staff tecnico dell' Ac Ossona , molti i pregevoli gesti tecnici e atletici ammirati , ancora di più i sorrisi e gli abbracci non solo tra i compagni di squadra ma anche con gli amici avversari . Oltre all' Ac Ossona presenti alla manifestaione le società No Limits Lodi e Tukiki Milano . Calcio unificato , atleti con disabilità e non che giocano insieme , che si divertono insieme , che percorrono questo avvincente cammino che senza dubbio va oltre al solo ambito sportivo INSIME .





lunedì 20 marzo 2017

QUINTA GIORNATA TORNEO FIGC

IL BELLO DELLA SCONFITTA


Atleti che escono dal terreno di gioco con la maglia pregna di sudore per aver corso dal primo all’ultimo minuto , atleti che termino l’incontro con la divisa sporca di fango per aver lottato ad ogni contrasto , atleti arrabbiati perché nonostante abbiamo dato il massimo pensavano di poter dare di più , atleti che hanno cercato di onorare la maglia nel massimo rispetto dell’ avversario , atleti definiti da molti solo con il termine diversamente abili ma che agli occhi del numeroso pubblico presenti sono diventati esempi da raccontare a parenti e amici al ritorno nelle rispettive abitazioni . Infatti Sabato 18 Marzo l’avversario da affrontare nella quinta giornata del Torneo FIGC Quarta e Quinta Categoria per la giovane compagine dell’ Ossona – Fiorentina era di quelli veramente tosti , la Briantea84 Milan , formazione sino ad oggi imbattuta e forse imbattibile che sta dominando dalla prima giornata la manifestazione . Eppure quando in campo , oltre a tecnica e tattica , si mette anche il cuore , si può subire una sconfitta , ma solo nel freddo punteggio segnato sul referto arbitrale . Nella Quarta Categoria , un primo tempo da incorniciare per la Viola che ha eretto un muro difensivo davanti alla propria porta degno delle più imponenti fortificazioni medioevali , e con veloci ripartenze ha messo in seria difficoltà la più quotata compagine rossonera . E proprio grazie ad un rapido contropiede trovava il gol del vantaggio a pochi minuti dall’ intervallo grazie ad una perla del bomber Alessio. Nella ripresa la tegola dell’infortunio del mediano Artem e l’assenza di cambi , oltre ad un calo fisiologico dell’ intensità di gioco , permettevano alla Briantea84 di avere la meglio nel finale con tre gol su percussioni centrali ben finalizzate dagli avanti in maglia rossonera. Nella Quinta Categoria invece , oltre al cuore e alla grinta , il terzo elemento che ha caratterizzato la prestazione dei giovani leoni ossonesi è stata la sfortuna. Nella prima parte della gara infatti non sono sufficienti le dita di una mano per contare le occasioni da gol sprecate dagli avanti in maglia viola , con il pallone respinto da spettacolari parate del portiere avversario o come si suol dire che faceva la barba al palo . E come prassi in questo torneo , dopo un primo tempo a grandi livelli , seguiva una ripresa sottotono con la Briantea84 che prendeva in mano il pallino del gioco andando a rete in due occasioni . I sinceri complimenti dello staff tecnico della compagine rossonera e gli scroscianti applausi che hanno accompagnato l’uscita dal campo dei giocatori gigliati sono l’emblema di due partite in cui si è stati si  sconfitti , ma solo nel risultato. Prossimo appuntamento Sabato 1 Aprile dove l’Ossona-Fiorentina dovrà confrontarsi con gli amici del Calcio21 – Genoa in due emozionanti sfide dove a vincere saranno soprattutto sorrisi e voglia di stare insieme praticando questo meraviglioso sport.

lunedì 6 marzo 2017

QUARTA GIORNATA TORNEO FIGC

"CLAMOROSO AL CIBALI"



“Clamoroso al Cibali” è una celebre locuzione attribuita allo storico radiocronista Sandro Ciotti coniata Domenica 4 Giugno 1961 in occasione della vittoria per 2 a 0 del Catania sulla formazione dell’Inter guidata da Helenio Herrera e in lotta per lo scudetto con la Juventus . Medesima espressione può essere utilizzata per descrivere l’impresa dell’AC Ossona Fiorentina nel campionato Quarta Categoria contro gli amici dello Sporting4E Inter , formazione candidata al successo finale . Come il Catania anche l’AC Ossona era consapevole di dover affrontare una compagine tecnicamente superiore , ma come la squadra catanese ha messo in campo cuore e grinta per ovviare alle carenze , nei pronostici, evidenti. Ma dopo un primo tempo di puro contenimento e chiuso a reti inviolate , nella ripresa la paura di subire una sonora sconfitta è stata sostituita dalla giusta consapevolezza dei propri mezzi . Minuto dopo minuto la squadra viola ha preso campo , alzando il baricentro di gioco e trovando prima il gol del vantaggio con una bella ripartenza e poi sfiorando il raddoppio con una azione corale vanificata solo da un miracolo del portiere neroazzurro . A metà ripresa sugli sviluppi di un calcio di punizione dal limite , una sfortunata autorete portava il risultato in parità garantendo ai numerosi spettatori presenti un finale al cardiopalma . I milanesi infatti prendevano d’assedio l’area dell’ Ac Ossona alla ricerca di quel gol che gli permettesse di rimanere in scia alla Briantea/ Milan , capolista indiscussa di questo torneo . Ma ogni tentativo veniva vanificato dal fortino eretto dai giocatori gigliati e il triplice fischio finale era accolto con giubilo dalla tifoseria viola . I complimenti dello staff tecnico avversario e gli applausi dei supporters dello Sporting4e sancivano quella che è stata una vera e propria impresa sportiva per i leoni dell’ AC Ossona . Nella Quinta categoria , torneo promozionale aperto ad atleti con qualità tecniche e atletiche inferiori ma con la medesima voglia di gridare al cielo “ io voglio giocare a calcio” il pronostico è stato pienamente confermato con una netta vittoria per 4 a 1 dello Sporting sulla giovane compagine ossonese . Ottimo primo tempo chiuso sul due a uno , dove allo strapotere fisico dei giocatori in maglia neroazzurra si contrapponeva la grinta dei promettenti giocatori della cantera Viola . Inizio ripresa equilibrato dove addirittura era la squadra dell’ Ac Ossona ha sfiorare il pareggio , ma poi con il passare dei minuti la maggiore esperienza dello Sporting e il netto divario fisico facevano da padrone consentendo ai neroazzurri di arrotondare il risultato grazie ad altre due marcature . La crescita costante , sportiva e non solo , di questi giovani atleti che in questo campionato si devono confrontare con rivali di età e spessore atletico superiore era l’obbiettivo principe dello staff tecnico dell’ AC Ossona , i risultati sul campo arriveranno , la vittoria contro il pregiudizio di chi considera questi ragazzi non dei veri atleti , è già stata conseguita.